Scegliere i sistemi di sicurezza per la casa

Scegliere i sistemi di sicurezza per la casa e proteggere nel modo migliore la vostra famiglia o il luogo di lavoro?

Porte blindate, inferriate per finestre, antifurti, panic-room, defender di protezione, lettore impronta digitale e chiave transponder sono solo alcuni dei sistemi più tecnologici e innovativi al servizio della sicurezza personale.

Le ultime statistiche rilevano che, soprattutto nel periodo estivo, in Italia si svaligia una casa ogni due minuti circa. La paura di rincasare trovando la propria abitazione violata, induce la maggior parte delle persone a ricorrere all’installazione di sistemi di protezione.

Valutare la situazione generale è il primo passo da affrontare prima di scegliere i sistemi di sicurezza per la casa; i nostri consulenti Magnum Porte Blindate effettuano sopralluoghi sul posto, rilevano misure, ascoltano le necessità e vi preparano una soluzione personalizzata.

Vivi in un appartamento al piano più basso o nella zona attica? In una villetta con giardino? In città o in un posto isolato?

I primi piani di un condominio, ad esempio, sono spesso attaccati entrando da finestre e balconi. Le effrazioni agli ultimi piani, invece, avvengono tramite la forzatura della porta d’ingresso principale.

 

Ogni casa ha diversi punti d’accesso e bisogna proteggerli tutti.

I sistemi di sicurezza meccanici scoraggiano i ladri occasionali che, di fronte ad un’abitazione ben protetta, desistono a causa del tempo che perderebbero e la necessità di attrezzi particolari.

Porte blindate e ingressi rinforzati, infatti, non si violano con un semplice dispositivo pass-partout: ci vogliono diversi minuti di lavoro.

> Prima di tutto segui questi 5 consigli per scegliere la giusta classe di resistenza della tua porta blindata.

  1. Resistenza alle effrazioni:

Non c’è dubbio che il requisito primario di una porta blindata sia il livello di sicurezza che è in grado di garantire. La resistenza alle effrazioni è una vera e propria certificazione che la normativa europea assegna alle varie classi di resistenza ai tentativi di scasso. Più il valore della classe cresce, maggiore è il livello di sicurezza.

Classe 1
Le porte di classe 1 resistono alla forza fisica senza l’ausilio di attrezzi. Ideali per abitazioni non isolate, dove non emergono esigenze particolari di sicurezza.

Classe 2
Le porte di classe 2 offrono un livello di resistenza allo scasso effettuato con strumenti leggeri, come un cacciavite, una pinza o simili.

Classe 3
Le porte della classe 3 assicurano protezione contro l’uso di un piede di porco o strumenti a leva. Questa classe di porte blindate, si adatte bene a case isolate.

Classe 4
Le porte blindate di classe 4 proteggono da strumenti elettrici come trapani, seghe elettriche e molatrici, ma necessitano di una struttura muraria adeguata.

  1. Resistenza agli agenti atmosferici e inquinanti.
  2. La serratura: Il cuore della porta blindata. Esistono tanti e diversi modelli, le più diffuse sono le serrature a cilindro e la c.d. serratura a doppia mappa. Il primo è molto utilizzato, resiste a tentativi di scasso fatti con celebre il grimaldello bulgaro.
  1. Isolamento Acustico.

 

E le chiavi?

Quelle davvero sicure sono quelle magnetiche o con tessera per la duplicazione.  Lettore Tag o Chiave Trasponder e il Lettore ad impronta digitale permettono di aprire e chiudere senza l’utilizzo delle classiche chiavi. In tema di sicurezza domestica, la tecnologia avanza e anche i ladri sono sempre un passo avanti.

 

Inizia a scegliere i sistemi di sicurezza per la casa. Proteggi chi ami.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *